Home Eventi Babilonia Inumanesimo Mondo di Tenebra

L'Ombra del Dormiente

L'Ombra del Dormiente

Fortezza Corsara

Voce 1

Fortezza Corsara è una delle più famigerate prigioni dello Shasbet. Una galera costruita su una rocca volante a centinaia di kilometri d'altezza.

Lontana da qualsiasi altro approdo e con nessun collegamento verso l'esterno, a parte le aereonavi da rifornimento che non stazionano mai più del tempo di scarico sulla fortezza. Le strateonavi legionarie sono stanziate su un'altra isola vicina, a circa sei kilometri. Quindi a meno di non saper volare, e di solito ai prigionieri con queste capacità vengono tarpate le ali o appesantite con palle a catena, non c'è via di fuga possibile.

Nessun tipo di incantesimo o potere mentale sembra funzionare, e questa è una particolarità molto antica del luogo, precedente alla costruzione della prigione, ed è uno dei motivi per cui fu qui edificata.

I Guardiagalera, i secondini della prigione, hanno fama di essere spietati e sadici, degnamente scelti tra i peggiori picchiatori delle ciurme di Barbanera. Amano passare il tempo scommettendo sui prigionieri o torturandoli barbaramente.

Nessun corpo vivo o morto, si dice, è mai uscito da Fortezza Corsara, ma si sà, i marinai tendono ad inventare leggende e modo di dire per terrorizzare i giovani mozzi dei graviogaleoni. In fondo la morte non è mai così brutta come la si descrive...

CREDIT:Antonino Galimi

Prigionieri

Voce 2

La prigionia non è il primo dei problemi a Fortezza Corsara. Possibilità nulle di fuga, il poco cibo e la poca acqua, la prepotenza dei guardiagalera e dei prigionieri più forti. L'isolamento per molti nuovi arrivati, utile a spezzare subito ogni resistenza.

Il direttore Mather è un essere spietato e inumano, molti credono sia uno spettro, ma è il medico, un misterioso scienziato, che è ciò che preoccupa di più i galeotti, tanto che anche se feriti gravemente, tendono ad evitare l'hospitale del carcere.

Gli abiti che portano i galeotti sono fatti di stracci logori, e poco si trova da usare come merce di scambio, nonostante questo lo Scommettitore, uno dei capi guardiagalera, è sempre pronto a barattare la vita di qualcuno nell'Arena del Patibolo in mezzo al cortile della fortezza o nel Labirinto dei Condannati all'ultimo misterioso piano del carcere.

I movimenti all'interno di Fortezza Corsara sono abbastanza liberi, la notte si dorme per terra nei sotterranei e al mattino si viene portati nel Cortile delle Pene dove i guardiagalera scelgono i 'volontari' per i lavori di routine. Si va dall'aiutare nelle cucine allo svuotare le latrine, a meno che uno non dimostri doti particolari. Un buon combattente potrebbe divenire un protetto di un qualche capetto criminale o chi ha doti mediche, andrebbe ad aiutare nell'hospitale dove il lavoro non manca mai.

In ogni caso nessuno ha mai il tempo di affezionarsi a Fortezza Corsara...

CREDIT:Antonino Galimi